21 maggio 2018 – INAUGURAZIONE MUSEO SCOLASTICO PEROTTI

Lunedì 21 maggio 2018 è stato inaugurato il Museo Scolastico della nostra scuola, intitolato “Una Scuola…Tante storie”. È stata una bella ed intensa mattinata di festa!

I nostri allievi di 1C e di 1F hanno accolto gli illustri ospiti che hanno condiviso con  noi l’inaugurazione e li hanno accompagnati in  palestrina, dove la classe 3C ha aperto in musica i lavori, suonando per tutti i presenti una allegra danza rinascimentale.

Dopo un primo saluto del Preside Simone Paiano, sono intervenuti i rappresentanti delle Istituzioni che hanno condiviso con noi interessanti riflessioni e prospettive sul tema museale:

– Francesca Leon, Assessore alla Cultura di Torino
– Francesca Troise,  Presidente della Circoscrizione 3

– Nunzia del Vento, Dirigente scuola Gabelli-Pestalozzi e Referente della Rete Musei Scolastici
– Simona Ricci, Direttore Associazione Abbonamento Musei

É stato poi proiettato il video realizzato dalla Prof.ssa Sabrina Cugliero che ha saputo raccontare per immagini le diverse fasi di realizzazione, nel tempo, del nostro Museo. Abbiamo presentato il processo di catalogazione degli innumerevoli oggetti conservati all’interno del Museo che la Prof.ssa Urso sta portando avanti  con gli studenti nel corso del corrente anno scolastico.

E’ intervenuto il Prof.  Rocco Labriola, autore del testo “La scuola media Perotti, dai saperi pratici all’istruzione triennale unica”, a cui dobbiamo ricerche e studi che hanno permesso di ricostruire l’articolata storia della nostra scuola.

Abbiamo presentato il concorso di idee indetto a dicembre 2017 tra gli studenti della scuola per individuare il logo del nostro Museo scolastico.

Infine è stata premiata l’allieva vincitrice del concorso di idee. Le è stato donato un Abbonamento ai musei per il Piemonte direttamente da Simona Ricci, Direttrice dell’Abbonamento Musei.

Dal mese di maggio 2018 il Museo Perotti entra a far parte della Rete musei scolastici del Comune di Torino che ne conta, con il nostro, ben 13.

Alle 12.30  le classi partecipanti  hanno formato un cordone e hanno accompagnato relatori e ospiti in visita al Museo facendo, lungo il percorso, due significative tappe.

Gli allievi della 3C hanno presentato l’archivio al piano seminterrato e hanno mostrato alcuni registri antichi di particolare valenza storico/documentale.

Gli allievi della 3F hanno presentato la mostra, allestita al primo piano, con tutti i loghi realizzati dai ragazzi, sia della sede sia della succursale, per il concorso di idee interno.

Infine gli allievi della  1E hanno accompagnato gli ospiti fino al secondo piano.

Qui c‘è stato il taglio del nastro tricolore, mentre gli allievi della 1B intonavano l’inno nazionale col flauto.

Gli allievi  ciceroni delle classi 2F, 3F, 3E, 1E si sono collocati ognuno nella propria  postazione e hanno illustrato il Museo nelle varie parti (galleria, laboratorio di storia, laboratorio scientifico e atelier creativo che è in fase di realizzazione).

Abbiamo ricevuto i migliori complimenti da parte di tutti gli ospiti per il lavoro svolto fino ad ora e gli auguri perché il nostro lavoro prosegua. Il Museo offre uno spazio di supporto e potenziamento delle attività didattiche come ben descrive la dott.ssa Francesca Pizzigoni dell’INDIRE, che ringraziamo per tutto il supporto che ci ha fornito in fase progettuale e di realizzazione.

Per approfondimenti si veda:

http://www.indire.it/2018/05/21/inaugurato-il-tredicesimo-museo-scolastico-alla-scuola-perotti-di-torino/

http://www.comune.torino.it/museiscuola/propostemusei/toeprov/scuola-secondaria-di-primo-grado-g-perotti.shtml

 

Un sentito ringraziamento a tutti coloro i quali hanno collaborato e contribuito alla buona riuscita di questo evento. Ci tengo a sottolineare che non si tratta di un evento isolato, ma di una tappa inserita in un lungo cammino, intrapreso con colleghi e studenti, con la Redazione museiscuol@, con l’associazione Strumento Testa, con il Comune di Torino e con la Rete Musei scolastici.

Prof.ssa Paola Galliano

Hanno parlato di noi anche il quotidiano

La Stampa del 19 maggio 2018

E il quotidiano La Repubblica il 19 maggio 2018